Guerra Commerciale Stati Uniti Cina Novità per Investimenti

Cina e Stati Uniti concordano una cancellazione programmata delle tariffe, se viene completato un accordo commerciale di fase uno

La Cina e gli Stati Uniti hanno concordato di ripristinare le tariffe sulle reciproche merci in un accordo commerciale di “fase uno” se completato, hanno detto giovedì funzionari di entrambe le parti, dando il via alla divisione tra alcuni consulenti per Presidente Donald Trump.

Il ministero del Commercio cinese, senza stabilire un calendario, ha affermato che i due paesi hanno concordato di annullare le tariffe in più fasi.

Un funzionario americano, parlando a condizione di anonimato, ha confermato che il rollback farà parte della prima fase di un accordo commerciale che è ancora stato messo su carta per la firma di Trump e del presidente Xi Jinping.

La portavoce della Casa Bianca Stephanie Grisham ha dichiarato a Fox News Channel che gli Stati Uniti sono “molto, molto ottimisti” riguardo al completamento di un accordo che disinnescherebbe una guerra commerciale che si potrae ormai da 16 mesi tra le due maggiori economie del mondo.

Gli Stati Uniti “molto, molto ottimisti” nel raggiungere un accordo commerciale con la Cina: la Casa Bianca

 

“Non posso anticipare i colloqui con la Cina, ma siamo molto, molto ottimisti sul fatto che raggiungeremo presto un accordo”, ha detto.

Il consulente commerciale della Casa Bianca Peter Navarro, tuttavia, ha dichiarato in un’intervista a Fox Business Network: “Al momento non esiste un accordo per rimuovere le tariffe esistenti come condizione dell’accordo di prima fase”.

“Stanno solo negoziando in pubblico, provando a spingerlo in una direzione”, ha detto Navarro in merito alle notizie che ha affermato siano state diffuse dalla “stampa di propaganda cinese”.

Gli esperti avvertono che il patto potrebbe ancora cadere a pezzi. Funzionari statunitensi hanno dichiarato che resta ancora molto da fare quando Trump ha annunciato i contorni di un accordo interinale il mese scorso.

 

Novità Guerra Commerciale Stati Uniti Cina

Trump ha usato le tariffe su miliardi di dollari di beni cinesi come la sua arma principale nella lunga guerra commerciale. La prospettiva di sollevarli, anche in fasi, ha attirato una forte opposizione da parte dei consiglieri dentro e fuori la Casa Bianca che continuano a diffidare di rinunciare a un aspetto chiave della leva degli Stati Uniti.

Le azioni statunitensi hanno registrato guadagni dopo che Reuters ha riferito che il piano doveva affrontare l’opposizione interna.

“Non esiste un accordo specifico per un ripristino graduale delle tariffe”, ha affermato Michael Pillsbury, consulente esterno di Trump.

“La parte americana è stata ambigua quando e quali tariffe verranno alzate. I cinesi hanno un pio desiderio e stanno cercando di calmare i loro sostenitori della linea dura interna che un giorno le tariffe scenderanno ”.

Se un accordo interinale sarà concluso e firmato, si prevede che includerà un impegno americano a scartare le tariffe previste per il 15 dicembre su circa $ 156 miliardi di importazioni cinesi, inclusi telefoni cellulari, computer portatili e giocattoli.

La cancellazione delle tariffe era una condizione importante per qualsiasi accordo, ha detto il portavoce del Ministero del Commercio cinese Gao Feng, aggiungendo che entrambi devono contemporaneamente annullare le tariffe sui beni simili per raggiungere il patto di fase uno.

“Entrambe le parti hanno concordato di annullare le tariffe aggiuntive in diverse fasi, poiché entrambe le parti fanno progressi nei loro negoziati”, ha detto Gao a un briefing regolare.

Un portavoce del dipartimento del Tesoro statunitense ha rifiutato di commentare e l’ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

I legislatori repubblicani stanno esortando l’amministrazione Trump a vincolare eventuali riduzioni tariffarie al rispetto da parte di Pechino di specifici elementi dell’accordo.

“Le tariffe dovrebbero essere gradualmente eliminate pezzo per pezzo secondo la conformità della Cina”, ha affermato una fonte congressuale.

Guerra Commerciale Stati Uniti Cina Novità

Incontro TRUMP-XI

In quello che potrebbe essere un altro gesto per aumentare l’ottimismo, l’agenzia di stampa statale cinese Xinhua ha riferito giovedì scorso che le dogane cinesi e il Ministero dell’Agricoltura stanno prendendo in considerazione la rimozione delle restrizioni sulle importazioni di pollame negli Stati Uniti.

La Cina ha vietato tutto il pollame e le uova degli Stati Uniti da gennaio 2015 a causa di un focolaio di influenza aviaria.

L’ottimismo su un accordo commerciale di fase uno ha favorito le azioni a livello globale; i rendimenti obbligazionari si sono mossi più in alto.

Una fonte in precedenza aveva detto a Reuters che i negoziatori cinesi volevano che gli Stati Uniti abbassassero le tariffe del 15% su circa $ 125 miliardi di beni cinesi entrati in vigore il 1 ° settembre.

Hanno anche cercato sollievo dalle tariffe precedenti del 25% su circa $ 250 miliardi di importazioni, che vanno da macchinari e semiconduttori ai mobili.

Una persona che ha familiarità con la posizione negoziale della Cina ha affermato che stava premendo Washington per “rimuovere tutte le tariffe il prima possibile”.

Un accordo può essere firmato prima della fine dell’anno da Trump e Xi in un luogo ancora da stabilire.

Dozzine di luoghi sono stati proposti per un incontro, che originariamente era stato fissato per svolgersi a margine di un summit di metà novembre ormai annullato dei leader dell’Asia-Pacifico in Cile, ha detto a Reuters mercoledì un alto funzionario dell’amministrazione Trump.

Un possibile luogo era Londra, dove i leader potevano incontrarsi dopo un vertice della NATO a cui Trump avrebbe dovuto partecipare il 3-4 dicembre, ha detto il funzionario.

Gao ha rifiutato di dire quando e dove si potrebbe tenere una simile riunione.

Da quando Trump è entrato in carica nel 2017, la sua amministrazione ha pressato la Cina per frenare ingenti sussidi alle aziende statali e porre fine al trasferimento forzato di tecnologia americana a società cinesi come prezzo per fare affari in Cina.

La dura posizione del presidente nei confronti della Cina gli ha fatto guadagnare elogi dalla sua base politica e potrebbe essere riluttante ad apparire conciliante sulla questione durante la sua campagna di rielezione per il 2020. Ma Trump ha anche cercato di rappresentare i guadagni del mercato azionario come riflesso della sua gestione dell’economia, e il mercato ha reagito positivamente a qualsiasi accenno alla fine della disputa commerciale dei due paesi.

Investire Oggi

Guida agli Investimenti

Azioni di Warren Buffet 

Come fare per ricchi

Azioni di aziende small cap che potrebbero renderti ricco

Azioni Adobe 

Azioni Apple previsione prezzo

Auto d’epoca 

Azioni di Marijuana 

Trading  

Libra 

Come diventare ricco 

Migliori azioni di agosto 

Spread 

Azioni Bitcoin 

ETF Stealth

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *