Facebook NASDAQ: FB ) ha recentemente collaborato con alcune delle principali società di telecomunicazioni del mondo per costruire un cavo internet sottomarino per migliorare l’accesso a Internet in tutta l’Africa. Il cavo, chiamato 2 Africa, sarà lungo 37.000 chilometri (23.000 miglia) e collegherà 16 paesi africani con l’Europa e il Medio Oriente.Secondo quanto riferito, il progetto costerà quasi $ 1 miliardo, secondo Bloomberg, e i costi saranno condivisi con due dei maggiori gestori wireless dell’Africa , MTN Group  e Telecom Egypt , nonché con i telcos europei Vodafone e Orange , il primo telco cinese China Mobile e  Nokia Alcatel Submarine Networks.

Una volta completato, 2Africa sarà uno dei cavi sottomarini più lunghi al mondo, ma sarà comunque più corto del cavo SEA-ME-WE 3 da 39.000 chilometri (24.000 miglia) che attualmente collega 33 paesi. Potrebbe sembrare strano che Facebook intraprenda un progetto di infrastruttura così massiccio quando genera la maggior parte delle sue entrate dagli annunci online, ma è una mossa strategica che alza il limite per la sua crescita a lungo termine.

Perché Facebook è interessata a collegare l’Africa a Internet?

Facebook non ha rivelato quanto denaro sta contribuendo al progetto, ma quest’anno non sarà una percentuale significativa delle sue entrate previste di $ 78 miliardi.

Facebook probabilmente non sta pensando a guadagni a breve termine con questo progetto. Invece, si sta concentrando sulla sua capacità di ottenere più utenti nei paesi in via di sviluppo con accesso limitato a Internet. Ecco perché in precedenza ha testato droni Internet a energia solare, un satellite che trasmette internet e app prive di dati per utenti wireless nei paesi in via di sviluppo. Ha inoltre sviluppato versioni leggere delle sue app per dispositivi più deboli con connessioni Internet più lente.

Facebook porterà internet in Africa con investimenti per 1 Miliardo di $

Gli utenti attivi mensili (MAU) dell’azienda sono aumentati del 10% ogni anno a 2,6 miliardi nell’ultimo trimestre. Ecco una ripartizione della sua crescita in MAU e entrate medie per utente (ARPU) nelle sue quattro aree principali:

RegioneMAU (milioni)Crescita (GIOVANI)ARPUCrescita (GIOVANI)
Resto del mondo85110,8%$ 1.995,3%
Asia-Pacifico1.09311,4%$ 3.0610,1%
Europa4065,7%$ 10.6411,4%
Stati Uniti e Canada2534,1%$ 34.1813,5%

FONTE: PRESENTAZIONE GUADAGNI Q1 DI FACEBOOK.

Facebook sta generando una crescita MAU più forte nei paesi con ARPU inferiore rispetto a Stati Uniti, Canada ed Europa. Tuttavia, la sua ARPU potrebbe ancora aumentare in quei mercati in via di sviluppo quando i livelli di reddito aumentano e le aziende prendono di mira quei consumatori con più annunci pubblicitari.

Per prepararsi a tale crescita, Facebook deve continuare a far crescere le sue MAU “Resto del mondo”. L’Africa ha una popolazione di 1,3 miliardi di persone, ma un tasso di penetrazione di Internet del solo 39%, secondo le statistiche di Internet World, contro un tasso medio del 59% per tutto il mondo.

Tale tasso varia ampiamente da paese a paese: il Ciad ha un tasso di penetrazione di appena il 6%, mentre il tasso di penetrazione del Kenya dell’87% è in concorrenza con quelli dei paesi occidentali. Pertanto, collegare più paesi africani con un cavo sottomarino potrebbe aumentare i tassi di penetrazione per i paesi meno serviti – e quei nuovi utenti probabilmente saliranno a bordo del carrozzone di Facebook.

Ecco perché Alfabeto s’ ( NASDAQ: GOOG ) ( NASDAQ: GOOGL ) Google ha anche iniziato la costruzione di un proprio cavo sottomarino dall’Europa all’Africa l’anno scorso. Come Facebook, Google sta esaurendo lo spazio per acquisire nuovi utenti, quindi sta offrendo accesso a Internet ai paesi in via di sviluppo per espandere il suo motore di ricerca principale, YouTube e i servizi basati su cloud. La stessa logica ha stimolato lo sviluppo dei palloncini Internet e dei dispositivi Android One di Project Loon di Google  .

Un altro pezzo del piano a lungo termine di Facebook

Facebook si rende conto che sta esaurendo lo spazio per crescere nei mercati sviluppati. Invece di aspettare che i paesi in via di sviluppo costruiscano un’infrastruttura adeguata per le sue app, Facebook vuole aiutare a sviluppare l’infrastruttura e bloccare gli utenti nel suo ecosistema. Vuole anche risolvere i problemi di trasferimento di denaro per quei paesi in via di sviluppo con la sua criptovaluta Bilancia . In poche parole, Facebook vuole diventare sinonimo di Internet per molti utenti di Internet per la prima volta.

Ma quell’ambizioso obiettivo ha già incontrato molti problemi: i suoi progetti via satellite e via satellite falliti; le sue app prive di dati sono state vietate in India; e i regolatori del governo lo hanno costretto a ridimensionare la sua visione iniziale della Bilancia. La piattaforma di Facebook è stata anche abusata da governi e organizzazioni per reprimere la libertà di parola in paesi come il Myanmar, e continua a lottare con la proliferazione di notizie false.

Pertanto, Facebook potrebbe avere un grande piano per conquistare mercati in via di sviluppo per sostenere la crescita a lungo termine di MAU e ARPU, ma tali piani potrebbero crollare sotto il peso delle sue crescenti responsabilità sociali. Tuttavia, il progetto sottomarino 2Africa indica chiaramente che Facebook non rinuncerà a quelle ambizioni a lungo termine.