Apple e Google rilasciano la App di Tracciamento Coronavirus

La tecnologia utilizza il Bluetooth, non il GPS, per tracciare le persone; identità e la privacy degli utenti é al sicuro grazie alla crittografia. Le 2 grandi aziende rilasceranno gratuitamente questa tecnologia ai vari Stati i quali dovranno poi rilasciare la App per tutti.

Mercoledì Apple e Google hanno rilasciato la tanto attesa tecnologia per smartphone per avvisare automaticamente le persone che potrebbero essere state esposte al coronavirus.

Le società hanno affermato che 22 paesi e diversi stati degli Stati Uniti stanno già progettando di creare app telefoniche volontarie utilizzando il loro software. Si affida alla tecnologia wireless Bluetooth per rilevare quando qualcuno che ha scaricato l’app ha trascorso del tempo vicino a un altro utente dell’app che in seguito risulta positivo al virus.

Molti governi hanno già provato, per lo più senza successo, a implementare le proprie app telefoniche per combattere la diffusione della pandemia di COVID-19. Molte di queste app hanno riscontrato problemi tecnici su telefoni Apple e Android e non sono state ampiamente adottate. Spesso usano il GPS per tracciare la posizione delle persone, che Apple AAPL, e Alphabet GOOGL, Google sta vietando il suo nuovo strumento a causa di problemi di privacy e accuratezza.

Le agenzie di sanità pubblica dalla Germania agli stati dell’Alabama e della Carolina del Sud hanno atteso di utilizzare il modello Apple-Google, mentre altri governi hanno affermato che le restrizioni alla privacy dei giganti della tecnologia saranno un ostacolo perché gli operatori sanitari pubblici non avranno accesso ai dati .

Le aziende hanno affermato che non stanno cercando di sostituire la traccia dei contatti, un pilastro del controllo delle infezioni che coinvolge operatori sanitari addestrati che raggiungono persone che potrebbero essere state esposte a una persona infetta. Ma hanno affermato che il loro sistema automatico di “notifica dell’esposizione” può aumentare tale processo e rallentare la diffusione di COVID-19 da parte di portatori di virus che interagiscono con estranei e non mostrano ancora sintomi.

Apple e Google rilasciano la tecnologia delle App di Tracciamento Coronavirus

L’identità degli utenti delle app sarà protetta da crittografia con identificativi anonimi che cambiano frequentemente.

“L’adozione da parte degli utenti è la chiave del successo e crediamo che queste solide protezioni della privacy siano anche il modo migliore per incoraggiare l’uso di queste app”, hanno affermato le aziende in una dichiarazione congiunta mercoledì.

Le aziende hanno affermato che la nuova tecnologia – il prodotto di una rara partnership tra i giganti della tecnologia rivale – risolve alcune delle principali sfide tecniche che i governi hanno dovuto affrontare nella costruzione di app basate su Bluetooth. Semplifica il rilevamento reciproco di iPhone e telefoni Android, oltrepassa i confini nazionali e regionali e risolve alcuni dei problemi che hanno portato le app precedenti a scaricare rapidamente la batteria del telefono.

La dichiarazione di mercoledì includeva anche le osservazioni dei funzionari statali nel Nord Dakota, in Alabama e nella Carolina del Sud che segnalavano che intendevano utilizzarlo.

“Invitiamo altri Stati a unirsi a noi nel fare leva sulle tecnologie degli smartphone per rafforzare gli sforzi di tracciamento dei contatti esistenti, che sono fondamentali per far funzionare le comunità e le economie”, ha affermato il governatore del Nord Dakota Doug Burgum, repubblicano.

Il Nord Dakota aveva già lanciato un’app di localizzazione che utilizza circa il 4% dei residenti statali, più elevata rispetto ad altri stati degli Stati Uniti con app simili ma che è molto inferiore al tasso di partecipazione che gli esperti ritengono necessario per rendere utile tale tecnologia.

Tim Brookins, CEO di ProudCrowd, una startup che ha sviluppato l’app del Nord Dakota, ha detto mercoledì che ai North Dakot verrà ora chiesto di scaricare due app complementari: il suo modello, per aiutare gli operatori sanitari a localizzare dove sono stati i pazienti COVID-19 e Modello Apple-Google, per informare privatamente le persone che potrebbero essere state esposte al virus.

Alcuni sostenitori della privacy hanno favorito l’approccio Google-Apple perché offre maggiore privacy e sicurezza. Ma altri, tra cui Ryan Calo, un professore di legge che co-dirige il Tech Policy Lab dell’Università di Washington, hanno affermato di essere preoccupato per la sua efficacia se le persone ricevono troppi falsi avvisi che chiedono loro di mettersi in quarantena. Ha detto che le agenzie sanitarie pubbliche starebbero meglio se fossero in grado di rintracciare la posizione con garanzie accurate.

Calo ha affermato che Google e Apple sono stati più precisi riguardo ai limiti del loro modello, ma ha detto che è ancora preoccupato che alcuni governi lo considereranno un sostituto di importanti investimenti in test gratuiti e diffusi e assumendo un esercito di traccianti di contatti umani.

“Non usciremo da questa pandemia globale con un’app intelligente”, ha detto

Le azioni del Covid 

Il rally azionario del Covid 

Possibili conseguenze economiche della pandemia globale

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *