5 Anni di Tasse al 5% per i Pensionati che si Trasferiscono al Sud Italia

Ormai è legge: Tasse al 7% per i primi 5 anni per i pensionati stranieri e italiani che prendono la pensione all’estero, che si trasferiranno la loro residenza nei paesini del sud Italia con meno di 20 mila abitanti.

Si tratta di un provvedimento molto intelligente che ha 3 scopi diversi: far tornare i pensionati italiani che si sono trasferiti all’estero, far arrivare nuovi residenti stranieri che porteranno ricchezza , ripopolare piccoli borghi che fino ad ora hanno visto solo uno spopolamento negli ultimi 50 anni.

Finalmente una bella proposta del Governo Conte che speriamo diventi realtà: 5 anni di riduzione fiscale se un pensionato straniero o italiano che si era trasferito all’estero si trasferisce a vivere al Sud Italia.

Un’ottima iniziativa che poteva essere anche molto più coraggiosa e che sarebbe potuta anche durare 10 anni invece che 5,  che avrebbe potuto includere tutti i pensionati italiani, cioè anche quelli già residenti in Italia, ma per il momento possiamo accontentarci e guardare come va questo periodo di prova, ma se si considera anche  il costo della vita in Sud Italia, risulta essere molto appetibile per tutti quei pensionati stranieri che vogliano vivere parte della loro vita in un posto tranquillo e con pochi soldi.

Peccato, ora però non resta che vedere se questa iniziativa darà frutti, cioè quante persone si trasferiranno per avere un regime fiscale più vantaggioso, d’altronde pagare solo il 7% è il sogno di ogni contribuente italiano.
Abbiamo parlato molte volte di questo tipo di possibilità che ci sono in Portogallo, Spagna, Grecia, proposte virtuose che servono a dare una possibilità di vita dignitosa ai pensionati che prendono pensioni non troppo alte e ridare vita a piccoli paesi quasi abbandonati.
Per il momento si tratterebbe di piccoli paesini della Sicilia, Calabria e Sardegna.

5 Anni Senza Tasse per i Pensionati che si Trasferiscono al Sud Italia.

Il progetto si chiama Zes-Aas e – lasciatecelo dire – finora, a 7 mesi dalle elezioni e da 3 mesi di Governo Conte, ci sembra una delle poche proposte di legge sui pensionati per il 2019 che ci sentiamo di appoggiare al 100% di questo Governo.

Il progetto per i pensionati si chiama Zes Aas perchè combina la possibilità di poter dare a zone disagiate dell’Italia la possibilità di riavere nuovi residenti e di poter dare la possibilità ai pensionati italiani e stranieri che vanno a vivere all’estero per motivi economici, di poter usufruire di questi sgravi fiscali in Italia.

Come abbiamo scritto più volte nella sezione Vivere all’Estero, ci sono dei paesi che, grazie agli sgravi fiscali per pensionati, sono riusciti ad aiutare le loro economie asfittiche.

10 Anni Senza Tasse per i Pensionati che si Trasferiscono al Sud Italia

Pensionati che possono non pagare le tasse per 10 anni se vanno al Sud

ATTENZIONE: non è solo per pensionati italiani, ma anche per pensionati dell’Unione Europea e, si presume, anche per pensionati che arrivino da altre parti nel mondo.

Questo sistema di sgravi fiscali è praticamente identico a quello che ha aiutato l’economia del Portogallo, dove decine di migliaia di pensionati da tutta Europa si sono trasferiti nel paese iberico.

Come funziona il trasferimento e lo sgravio fiscale per i pensionati

Non serve comprare una casa al Sud. Nel caso in cui questa legge dovesse passare ( ma non vediamo particolari ostacoli, anche le opposizioni, dovrebbero appoggiarla perchè è una cosa fatta bene) , basterà trasferire la residenza.

Bisognerà documentare che si abita nel Sud Italia ALMENO 6 mesi all’anno + 1 giorno.

Una buona idea, per esempio, se si abita in una grande città del Nord Italia o del Nord Europa, è quella di trasferirsi per i mesi più freddi in Sud Italia e poi tornare dove si abita.

Lo sgravio fiscale significa azzerare le tasse sulla pensione che si pagano.

A chi conviene andare a vivere in Sud Italia

A pensionati che prendono una discreta pensione. Per esempio può convenire a professionisti che hanno versato molti contributi e che oggi prendono oltre i 1.500 euro al mese: arriverebbero a prenderne quasi 2.000 e considerando il costo della vita che è decisamente inferiore al Sud che al Nord, in pratica il potere di acquisto della loro pensione raddoppierebbe.

Quali pensionati non potrebbero usufruire di questi vantaggi fiscali

Difficile dirlo finchè non ci sarà la legge scritta.

Le pensioni sociali non vengono pagate se si va all’estero, ma la stessa cosa non dovrebbe valere se si cambia residenza in Italia.

Di certo una pensione sociale non paga tasse, quindi il problema nemmeno si dovrebbe porre.

Altre idee per trasferirsi all’estero da pensionato o per lavoro:

Tunisia

Portogallo

Isole Canarie

Italia del Sud ed Isole italiane

Croazia

Grecia

Spagna

Albania

Germania per lavoro e pensione

Svizzera

Romania

Bulgaria

Brasile

Canada

Nuova Zelanda

Inghilterra per lavoro e pensione

Isole Canarie per lavoro

Thailandia in pensione

I migliori paesi europei per la pensione 

I migliori posti dove ritirarsi dopo la pensione

Approfondimenti e trucchi per vivere in pensione all’estero:

Dove vivere con 500 euro di pensione

Conviene farsi mandare la pensione all’estero?

I migliori paesi europei dove trasferirsi a vivere in pensione o per lavoro

Come avere la pensione all’estero senza pagare le tasse

Crociere per pensionati nel Mediterraneo

Mini crociere per pensionati

Crociere economiche per pensionati

Ragioniere, pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *