CoronaVirus in Cina: cosa sappiamo di certo finora

24 Gennaio: Ecco le ultime novità sulla diffusione del #coronavirus in Cina e oltre

Lo scoppio di un nuovo coronavirus iniziato nella città cinese di Wuhan ha ucciso 41 persone e infettato oltre 1.300 in tutto il mondo.

 

Ecco cosa sappiamo finora del coronavirus scoppiato in Cina e che si sta diffondendo:

 
– Ci sono stati 1.287 casi confermati e 41 persone erano morte in Cina il 24 gennaio, secondo i media statali cinesi.
 
– La Cina sta adottando misure più severe e più mirate per frenare la diffusione, secondo quanto riferito dalla televisione di stato.
 
– Si ritiene che il ceppo precedentemente sconosciuto sia emerso alla fine dell’anno scorso da animali selvatici commercializzati illegalmente in un mercato di animali a Wuhan.
 
– La Thailandia ha segnalato cinque casi, Singapore, Francia e Taiwan tre, Giappone, Vietnam, Corea del Sud e Stati Uniti due ciascuno e uno nepalese.
 
– L’OMS ha affermato che mentre l’epidemia era un’emergenza per la Cina, non era ancora un’emergenza sanitaria globale.
 
– I sintomi includono febbre, tosse e difficoltà respiratorie.
CoronaVirus in Cina: cosa sappiamo di certo finora
 
– La Cina afferma che il virus sta mutando e può essere trasmesso attraverso il contatto umano.
 
– Le persone più colpite sono le persone anziane e quelle con condizioni di salute di base.
 
– Tre team di ricerca hanno iniziato a lavorare allo sviluppo di potenziali vaccini, ha affermato la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations.
 
– Gli scienziati sperano di testare i primi vaccini possibili tra tre mesi.
 
– Wuhan, una città di 11 milioni, è soggetta a severe restrizioni di viaggio, con il trasporto urbano chiuso e voli in uscita sospesi.
 
– La Cina ha consigliato alle persone di evitare la folla e 10 città nella provincia centrale di Hubei, dove si trova Wuhan, hanno sospeso alcuni trasporti.
 
– Pechino ha chiuso l’accesso turistico alla Città Proibita e ha cancellato grandi raduni, tra cui due fiere del tempio lunare di Capodanno, e ha chiuso parte della Grande Muraglia.
 
– Shanghai Disney Resort di Walt Disney Co sarà chiuso da sabato.
 
– Gli aeroporti di tutto il mondo hanno intensificato lo screening.
 
– Le azioni e il prezzo del petrolio greggio sono calati bruscamente venerdì mentre gli investitori si sono spostati verso beni rifugio in condizioni di preoccupazione in quanto il virus avrebbe frenato i viaggi e danneggiato la domanda economica. In molti non escludono un Cigno Nero dei mercati finanziari internazionali dovuto proprio a questo virus.
 
– Alcuni esperti ritengono che il virus non sia pericoloso come la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) del 2002-03 che ha ucciso quasi 800 persone e la sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS), che ha ucciso più di 700 persone dal 2012.
Fonte: Reuters

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *