Capitali Europee da Visitare nel 2020: le 50 Città più imperdibili

Ogni anno, due sondaggi globali, l’indagine sulla qualità della vita di Mercer e l’ indice di vivibilità dell’Economist Intelligence Unit , misurano metriche quali tassi di criminalità, assistenza sanitaria, infrastrutture, qualità dell’acqua, livelli di corruzione, cultura e istruzione, fino alla disponibilità di strutture sportive e preoccupazioni ambientali. Decidono quindi in quali città del mondo sono le migliori in cui vivere e prosperare.
Va bene se sei un nomade del roaming e hai la libertà di scegliere dove vivrai e lavorerai in futuro. Molti di noi, tuttavia, hanno almeno la possibilità di viaggiare e scegliere i posti migliori da visitare. E se una città è vivibile, di solito è anche visitabile.
La stessa città è risultata il vincitore assoluto in entrambi i sondaggi più recenti (Mercer Survey 2019 e Economist Index 2018). Ecco un elenco delle migliori città europee, insieme alle loro classifiche in tutto il mondo, e perché dovresti visitarle se non riesci a spostarti lì ….

Considerazioni: visto le città, sembra più che questo sondaggio sia stato fatto come “città più conosciute” che altro, perchè ci sono praticamente solo le città più conosciute delle vari nazioni europee, mentre piccole cittadine che sono molto belle e tranquille, sono praticamente assenti.

Tra l’altro sembrano sondaggi fatti in Germania, in quanto ci sono molte città tedesche che secondo Noi non hanno nessuna attrattiva turistica, ma vabbè, de gustibus.

Correlati >> Posti dove andare a vivere

Europa: Città Più Vivibili in Europa
VIENNA: la città più vivibile d’Europa, secondo questi sondaggi.

Capitali Europee da Visitare: le 50 Città più imperdibili del 2020

49. Belgrado, Serbia (mondo: 139)

L’affascinante capitale della Serbia si trova alla convergenza dei fiumi Danubio e Sava. I romani, gli ottomani e gli austriaci hanno toccato tutti questa città ora piena di siti storici e musei, tra cui un’imponente fortezza che è stata distrutta e ricostruita più volte nel corso di 16 secoli.

Oggi, gli ospiti possono cenare nei caffè sul lungofiume, fare shopping lungo Knez Mihailove Street e godersi una vita notturna completamente moderna.

* Nota: le classifiche globali ( quelle tra parentesi) sono state ottenute dall’indagine sulla qualità della vita di Mercer del 2019

48. Istanbul, Turchia ( * mondo: 130)

Lì dove Europa e Asia si incontrano, troverai la grande e vivace città di Istanbul, un attore importante nella storia della storia europea, asiatica e mediorientale. Divisa in due (e due continenti) dallo stretto del Bosforo, Istanbul è piena di cultura e di culture diverse.

I siti più iconici per i visitatori fanno da sfondo ai residenti: Hagia Sophia e la Moschea Blu (vero nome: Sultan Ahmed Mosque). Costruite rispettivamente nel 360 d.C. e nel 1616, queste due meravigliose moschee sono i pilastri di questa città esotica, che è anche piena di bazar, centri commerciali, venditori ambulanti e raffinati ristoranti internazionali.

47. Bucarest, Romania (mondo: 109)

Il crollo della cortina di ferro ha aperto l’Europa orientale agli occidentali, ma una città è ancora relativamente intatta dai viaggiatori.

Bucarest, la pittoresca capitale della Romania, è una giustapposizione di storia antica (una volta era governata dal famigerato Vlad The Impaler) e sviluppi commerciali più recenti durante l’era comunista.

L’ex parlamento comunista era ospitato nel Palazzo del Parlamento di 1.100 camere, che oggi funge da centro conferenze. I musei che mostrano la storia dell’arte rumena si trovano accanto a spazi verdi pubblici e parchi che attraversano la città.

46. ​​Breslavia, Polonia (mondo: 100)

Un altro gioiello dell’Europa orientale è Breslavia, nella Polonia occidentale, dove i cittadini si sono riuniti nella piazza del mercato per generazioni. Precedentemente chiamato Breslau fino al 1945, Wroclaw non deve essere confuso con Varsavia.

Invece, questo centro della città gotica è coperto di ciottoli e presenta uno splendido municipio che è stato trasformato in un museo d’arte. Molto vicino alla Polonia, una gita a Breslavia significa visitare una bellissima città troppo spesso trascurata.

45. Zagabria, Croazia (mondo: 98)

La più grande città nel nord-ovest della Croazia, vicino al confine con la Slovenia, fu un capolavoro durante la sua altezza dell’impero austro-ungarico nel XVIII e XIX secolo. Oggi Zagabria conserva il suo fascino storico mentre opera in piena modalità moderna. (Dai un’occhiata al Museum of Broken Relationships se non ci credi.)

I visitatori della città si dirigono verso Upper Town per un giro sulla funicolare per ammirare la vista della città, quindi colpiscono la cattedrale neogotica di Zagabria del XII secolo.

44. Riga, Lettonia (mondo: 90)

Qui abbiamo ancora un’altra capitale dell’Europa orientale che non solo soddisfa i residenti ma accoglie un nuovo afflusso di viaggiatori dopo decenni nascosti dietro la suddetta cortina di ferro. Lungo il Mar Baltico si trova la capitale della Lettonia, Riga, una città marittima con la sua ricca storia.

Esplora le aree storiche della città, tra cui la medievale chiesa di San Pietro e il punto di riferimento House of the Blackheads, che offre visite guidate all’edificio che un tempo ospitava gli uomini più importanti, ma non sposati, nel settore marittimo.

43. Atene, Grecia (mondo: 49)

Ad Atene, una folla di turisti sale sull’Acropoli per visitare le rovine del Partenone. Eppure c’è di più in città rispetto ai suoi monumenti storici più famosi. Atene è anche la più grande città, capitale e centro degli affari della Grecia, un luogo dove i residenti sanno come sedersi e godersi un’antica città che risale a 3.400 anni fa.

Naturalmente, visita il Partenone e il Museo dell’Acropoli, ma poi unisciti alla gente del posto e fai una passeggiata attraverso Plaka per prendere un tavolo in uno dei tanti ristoranti a conduzione familiare. Fai un punto per assaggiare i vini greci e scoprire gli artisti locali per i quali la Grecia è sempre stata famosa.

42. Tallinn, Estonia (mondo: pareggio, 86)

Un’altra gemma baltica è la capitale dell’Estonia, Tallinn, murata e acciottolata dai suoi giorni come una città forte che si custodisce tra il XIII e il XV secolo. Gli edifici colorati lungo l’azzurro del mare creano uno splendido scenario durante l’esplorazione di siti storici come la Cattedrale Alexander Nevsky del XIX secolo e il Municipio gotico di Tallinn e la Città Vecchia.

Passeggia attraverso i giardini e poi intorno ai piani del barocco Kadriorg Art Museum prima di ammirare l’architettura più moderna del Kumu Art Museum.

41. Limassol, Cipro (mondo: pareggio, 86)

L’isola-nazione di Cipro presenta molti villaggi e città marittime, ma in cima alla lista c’è Limassol, situata sulla costa meridionale. Qui, un parco di sculture sul lungomare offre un rifugio rilassante dopo aver passeggiato lungo la Promenade che riposa dove sono iniziati alcuni dei villaggi più antichi del mondo.

Ammira i reperti dell’antica storia di Cipro all’interno del Museo Archeologico ed esplora resti di epoca medievale nel castello ricostruito di Limassol.

Hai ancora bisogno di allettamenti? Con le sue temperature calde tutto l’anno e i dintorni del Mar Mediterraneo, le spiagge di questa città rilassata sono le preferite dai locali e dai turisti.

40. Varsavia , Polonia (mondo: 82)

La capitale della Polonia è divisa in due dal fiume Vistola e, come nel caso di Budapest e Praga in questa lista, le personalità delle due metà sono abbastanza diverse. Generalizzando, la Cisgiordania è più affascinante, mentre la banca del cibo è più artigianale.

La seconda guerra mondiale vide quasi il 90 percento della città distrutta e poi ricostruita in fretta con qualsiasi materiale ci fosse. Risorgendo, come la proverbiale fenice, la città ha lavorato duramente per riconquistare la sua antica bellezza, e ha fatto bene. Guarda il centro storico, con la sua splendida piazza circondata da edifici colorati.

Nel corso degli anni Varsavia sembra essere diventata più giovane, più alla moda e molto più accessibile. Pensa alle spiagge lungo il fiume, a una massa di eventi culturali, ai moderni grattacieli che circondano la costruzione di torte nuziali sovietiche, a molti ristoranti e bar e ad una fiorente scena artistica. Se non puoi vivere lì, almeno visita.

39. Vilnius (mondo: 81)

La capitale dello stato baltico della Lituania è ancora una città emergente per i visitatori e come un ottimo posto dove andare e vedere prima che tutti lo scoprano.

Dominato da bellissime chiese, strade acciottolate e botteghe artigiane piene di artigianato locale e ambra trovata nel Baltico, si ottiene una splendida panoramica dalla collina delle croci o dal vecchio complesso del castello vicino al fiume. Passeggia attraverso una repubblica separata autoproclamata, Uzupis, in città, completa di bandiera, presidente e gabinetto, oltre a una favolosa costituzione esposta in molte lingue lungo la strada principale.

E parlando di strade, non perderti Literartu Street, dove oltre 100 opere letterarie e artistiche sono esposte lungo le pareti, tutte collegate alla Lituania.

38. Bratislava (mondo: 80)

Bratislava, in Slovacchia, è una città medievale conquistata da statue e installazioni artistiche. Cerca Cumil che fa capolino da un tombino, i Paparazzi scattano una foto da dietro un angolo, un soldato appoggiato su una panchina e molto altro.

Si gode una vista favolosa dalla collina del castello, dalla Torre del vecchio municipio e dai servizi igienici nel caffè UFO nella torre di osservazione del Ponte Nuovo. Sì, i panorami sono buoni dal ponte di osservazione, ma i servizi igienici sono più divertenti. Non perdetevi la cioccolata calda allo Schokocafe Maximilian Delicateso e, se potete, visitate in tempo per l’incantevole mercatino di Natale.

37. Budapest (mondo: 76)

Con due città tra cui scegliere, non c’è da stupirsi che Budapest, in Ungheria, sia diventata tra le prime 50 città più vivibili del mondo. Buda e Pest, separati dal potente Danubio, offrono un superbo mix di attrazioni e cose da fare.

C’è un castello sparso lungo la collina di Buda, mentre la collina stessa è tunnel di grotte. Ci sono grandi bagni pubblici antichi, che offrono un modo unico di trascorrere la giornata, con i locali che giocano a scacchi nelle piscine (riscaldate) all’aperto.

Il mercato coperto offre più varietà di salame e paprika di quanto tu abbia mai immaginato possibile, e i caffè vecchio stile con la loro cioccolata calda e le torte a Pest devono sicuramente far parte del motivo dell’eccellente vivibilità di Budapest.

36. Lubiana (mondo: 74)

Lubiana è la capitale della Slovenia, molto trascurata, minuscola e con 300.000 abitanti.

Un fiume scorre attraverso di esso, un mercato e molti caffè siedono vicino al fiume, e un piccolo ponte ornato da piccoli draghi verdi lo attraversa. Una funicolare corre su per la collina e il castello che domina la città, e si può fare un’escursione intorno all’incantevole parco di Tivoli. È facile immaginare di vivere qui e di vivere bene, con la parte vecchia senza auto della città che si trova vicino alle parti più moderne della città.

La popolazione studentesca dà alla città un brusio giovane ed esplorare a piedi è facile. Se stai visitando durante i mesi estivi, ogni venerdì l’evento Open Kitchen in piazza Preseren riunisce bancarelle dai ristoranti della città.

35. Praga (mondo: 69)

Sì, ci sono strade acciottolate, un castello, molte belle chiese e ancora più pub e caffè. Ma Praga ha anche un lato eccentrico che vale la pena esplorare: c’è la casa danzante, un insolito edificio costruito da Vlado Milunic e Frank Gehry, e molte installazioni d’arte degne di nota di David Cerny, incluso un cavallo rovesciato (Lucerna Passage ), giganteschi bambini striscianti a Kampa Park, due tipi di pipì davanti al Museo Kafka e la testa mobile di Kafka in Narodni Street.

Visita il museo Kafa e il museo dei giocattoli in qualche modo inquietante con le sue centinaia di bambole Barbie. E se ti piace raccapricciante, non perdere l’ossario di Sedlec fuori Praga con il suo lampadario fatto con ossa umane.

34. Belfast (mondo: 64)

 

Questa Irlanda del Nord sta rapidamente perdendo la sua immagine tutt’altro che dolce dopo anni di violenza settaria. Oggi Belfast offre lusso, natura e storia ad ogni angolo.

L’attrazione principale in città è il Titanic Belfast, l’attrazione più estesa del mondo incentrata sulla nave condannata. È qui che il mega-cruiser è stato progettato, costruito e lanciato.

Anche uno splendido municipio e uno zoo di prim’ordine attirano i visitatori (e rendono felici i locali). Per coloro che desiderano connettersi con la natura, Divis e Black Mountain promettono percorsi su cui camminare e le migliori vedute della città.

33. Lipsia (mondo: 60)

 

Lipsia è forse meglio conosciuta per l’importante ruolo che ebbe nella “Rivoluzione pacifica” del 1989 che portò alla riunificazione tedesca dopo la guerra fredda.

Al di là di questa storia intrigante, ciò che fa davvero cantare questa città tedesca è il suo spirito giovane e progressista. Lipsia è stata soprannominata “la nuova Berlino” per una buona ragione; le sue attrazioni più alla moda includono un museo di arte contemporanea e la Spinnerei, un ex cotonificio che oggi ospita gallerie d’arte, negozi e un cinema d’essai.

I visitatori stanno prendendo piede e anche i trapianti; tra il 2000 e il 2018, la città ha aggiunto 100.000 nuovi residenti ai suoi ranghi, portando la sua popolazione a 570.000.

32. Aberdeen (mondo: 57)

 

Questa città scozzese è super ricca, grazie a un’industria petrolifera in forte espansione, e mescola in modo attraente un gusto della storia con un tocco di modernità.

Cerchi il vecchio? Scopri la cattedrale di St Machar del XV secolo o la Provost Skene’s House, che risale al medioevo.

Alla ricerca del nuovo? Rilassati in una distilleria alla moda o secchione all’Aberdeen Science Centre, che debutterà in una nuova ed elegante casa nel 2020.

31. Roma (mondo: 56)

 

Roma ospita così tanti luoghi straordinari – dal Colosseo alla Basilica di San Pietro al Foro Romano – che è quasi difficile capire di poterli esplorare regolarmente come un locale. Che molti facciano parte del motivo per cui questa città è così in alto in termini di vivibilità.

Una superba scena culinaria (perché non cedere e mangiare pasta ogni sera?) E alcune delle migliori opere d’arte sulla terra (pezzi di Michelangelo, Caravaggio e Raffaello abbondano) aggiungono all’appello di Roma sia una base di casa che un luogo dove perdersi mentre in viaggio.

30. Birmingham (mondo: 49)

 

Dov’è Birmingham, chiedi? È in Inghilterra e merita davvero la tua attenzione.

Questa città in crescita è in preda a un massiccio sviluppo. Nel 2013 ha debuttato con la spettacolare e all’avanguardia Library of Birmingham; nel 2015 ha debuttato con la rinnovata stazione ferroviaria di New Streets; e nel corso degli ultimi anni, è stato restaurato e abbellito i suoi storici edifici vittoriani.

Il prossimo sul docket? Una lista di nuovi hotel e spazi pubblici nuovi entro il 2025. Vai ora, prima che tutti gli altri lo raggiungano.

29. Glasgow (mondo: 48)

 

I locali di Glasgow sono notoriamente amichevoli e escono in piena forza ogni sera per godersi i numerosi pub della città. In questa metropoli piena di divertimento, anche la danza e la musica dal vivo sono popolari, quindi organizza qualche notte di festa.

Una semplice passeggiata promette la possibilità di vedere alcune delle più sorprendenti architetture vittoriane del pianeta, quindi questa è una destinazione che merita anche di giorno.

28. Madrid (mondo: 46)

La qualità della vita di Madrid è innegabile, con cultura, tradizione e gioia di vivere in generale che fanno appello a residenti, espatriati e visitatori. In effetti, il tempo libero e la cultura sono state le caratteristiche principali che rendono Madrid così vivibile.

Quando si visita Madrid, la prima impressione è la straordinaria architettura, i grandi viali e gli edifici in stile parigino che li fiancheggiano. Inizia da Plaza Mayor, quindi prendi un monumento storico alla volta: l’Opera, i teatri e il Palazzo Reale a sinistra, e il Prado, altri musei e il Crystal Palace a destra. Nel mezzo c’è il favoloso mercato di San Miguel e innumerevoli tapas bar, panetterie e caffè da aggiungere al mix.

27. Edinburgh (mondo: 45)

 

 

La cosiddetta “Atene del Nord” è una delle metropoli più ricche di cultura in Europa (e questo dice qualcosa). Il suo annuale Art Festival attira oltre 250.000 visitatori ogni anno per esplorare gallerie, musei, spazi gestiti da artisti e installazioni di arte pubblica. Circa 40 mostre espongono secoli di creatività artistica.

Durante tutto l’anno, una serie di musei eccellenti e unici esplora tutto, dalla guerra, alla scrittura, all’infanzia.

26. Barcellona (mondo: 43)

Il mondo è unito nell’amare Barcellona, ​​capitale della Catalogna, in Spagna. Purtroppo, la gente lo adora così tanto che la gente del posto si è lamentata del numero incredibile di visitatori che si presentano ogni anno.

Ma allontanati dalle intasate Las Ramblas e ci sono molti posti per divertirsi in questa città. Gli sfarzosi edifici di Gaudì si annidano accanto ad altre gemme architettoniche, tapas bar rannicchiano fino a mercati colorati, vecchi tram ti portano a Plaça Tibidabo e le funivie viaggiano fino al Parc Montjuïc, entrambi con panorami mozzafiato.

Cerca di essere a Barcellona per San Jordi, celebrato il 23 aprile, chiamato anche festival delle rose e dei libri. In questo giorno, gli innamorati si regalano regali di rose e libri, con bancarelle che spuntano in tutta la città, creando un’atmosfera favolosa.

25. Londra (mondo – 41)

Chiedi a chiunque, e Londra è di solito in cima alla loro lista di cose da fare.

Il mix di moderno e antico, l’atmosfera e un ronzio generale nell’aria rende questa una città fantastica in cui vivere e visitare. C’è così tanto da vedere e da fare, può essere difficile sapere da dove cominciare. Ma, come linea guida generale per la prima volta: cammina lungo il Tamigi, oltre Westminster, London Eye, Globe e Tate Modern. Mangia e fai acquisti nel Borough Market. Quindi visita l’ampio British Museum (è meglio selezionare un’area ed esplorare a fondo).

Attraversa uno dei tanti ponti, ammira l’arte di strada a Shoreditch e nei dintorni ed esplora i numerosi pub nei dintorni di St. Paul. Termina la giornata con uno spettacolo o uno spettacolo nei dintorni di Covent Garden.

24. Milano (mondo, 41)

Dopo Parigi, e alcuni potrebbero discutere prima di Parigi, Milano è uno straordinario capitale della moda. La casa di Prada e Versace offre ottimi negozi e vetrine ancora migliori, considerando i prezzi. Se non riesci a resistere al richiamo delle etichette dei designer, prova i negozi vintage della città, come Cavali e Nastri, sempre perfetti per trovare tesori.

Visita la Scala (prova biglietti economici al botteghino la sera prima di uno spettacolo), fai la fila per l’Ultima Cena, controlla le opere di Raffaello e Rembrandt alla Pinacoteca e prova a catturare la favolosa Galleria Vitorrio Emanuele II sulla macchina fotografica. Quindi concediti alcune scelte di aperitivi seri: sopra un Aperol Spritz o un Negroni, c’è un po ‘di persone molto glamour che guardano da fare.

23. Lyon (mondo: 40)

Seconda città più grande della Francia e rivale di Parigi, Lione si trova alla confluenza di due fiumi. Sulla penisola che ne risulta, eleganti edifici in stile haussmanniano (in stile parigino) offrono una vita di classe e ottimi negozi, mentre sulle ripide colline lungo il lato, antichi edifici a scacchiera e lo strano anfiteatro romano si annidano lungo strade acciottolate.

Molti degli edifici sui pendii sono collegati da trabouli , passaggi e vani scala nascosti alla vista del pubblico. Trovarli è un ottimo modo per scoprire la storia antica di Lione.

Vieni a Lione intorno all’8 dicembre per l’annuale Festival delle Luci. Tutti i piccoli bouchon , i ristoranti minuscoli ma superbi, sono aperti e il vin brulé è la bevanda preferita.

22. Parigi (mondo: 39)

Alcuni anni fa, dopo diversi attacchi terroristici in città, Parigi rientrò in queste classifiche, ma da allora ha recuperato la sua posizione e la maggior parte dei suoi visitatori internazionali. Sta ancora battendo le altre principali città del mondo come Londra e New York City nei sondaggi.

Dopo aver “finito” la Torre Eiffel e il Louvre, vale la pena allontanarsi dal percorso turistico ben calpestato per cercare aree hipper come l’undicesimo arrondissement con una pletora di caffè, bar e ristoranti; il 5 ° arrondissement con la sua storia romana e l’atmosfera universitaria; e la vivace e colorata zona di Belleville.

Visita il parco di Buttes Chaumont per il brunch al Pavilion du Lac, cammina lungo la Senna nel 13 ° arrondissement e fermati in una delle tante case galleggianti convertite in caffè o locali di musica, e fai un salto nella vicina Stazione F, un nuovo gigantesco italiano locale gastronomico situato all’interno di un vecchio deposito ferroviario.

21. Lisbona (mondo: 37)

 

La capitale del Portogallo ha tutto ciò che un viaggiatore, o un locale, può desiderare: uno splendido scenario sul mare, una cucina super-pesce, molta storia e una dinamica scena contemporanea, tra cui molti stabilimenti LGBT-friendly. Tutto questo, ed è tra le città europee più convenienti da avviare.

Fai un giro su un tram affascinante e traballante per vedere i luoghi d’interesse.

20. Dublino (mondo: 33)

Le dimensioni relativamente ridotte di Dublino per una capitale, con solo circa mezzo milione di abitanti, e la sua posizione completa con la vicinanza del mare e del fiume la rendono una città perfetta da esplorare a piedi.

La storia è ovunque, dal grande ufficio postale al cimitero, e le biblioteche sono le più sorprendenti del mondo – se ami i libri, prenota un tour ufficiale del Trinity College, altrimenti entrare nella vecchia biblioteca non è facile. La casa di Guinness, Dublino, è tanto una città di festa quanto un luogo turistico, quindi assicurati di tenere le serate libere per goderti un bicchiere o due della birra locale e ascoltare musica dal vivo.

A luglio / agosto si tiene il Live Music Trail, con molte band che suonano in una miriade di locali in tutta la città.

19. Helsinki (mondo: 31)

Helsinki ha un punteggio elevato nella stabilità, qualcosa che potrebbe far sorridere i 600.000 abitanti della capitale finlandese. Per secoli il paese fu occupato in qualsiasi momento dalla Svezia o dalla Russia e in una rivalità commerciale con Tallinn, a soli 80 km attraverso il Baltico.

Oggi Helsinki non è solo una città tranquilla e ordinata, ma anche una città giovane, alla moda e architettonicamente interessante. Inizia da Piazza del Mercato, indaga sul mercato coperto, prendi alcune patatine di renna (sorprendentemente buone) e poi gira per il mercato artigianale esterno, osserva le navi e fai un salto nello splendido Kappeli per una cioccolata calda. Continua nel quartiere del design per visitare i numerosi negozi di interior design che mettono Helsinki in cima alle capitali del design.

Se hai bisogno di ulteriori prove, entra nelle chiese assolutamente uniche: la cappella di legno di Kamppi e quella scavata nella roccia: la chiesa di Temppeliaukio.

18. Bruxelles (mondo: 28)

Bruxelles è l’unica città belga a entrare nella lista delle città europee più vivibili ed è anche una delle preferite dai visitatori. Un meraviglioso centro storico fiancheggiato da ristoranti e bar, tutti con terrazze per sedersi fuori e godersi un po ‘di gente che osserva, attira viaggiatori e gente del posto. Attrazioni come l’Atomium e splendidi musei come il Museo Magritte e il Museo degli strumenti musicali rendono il fine settimana divertente.

Avrai già sentito parlare di Manneken Pis, la statua di un bambino in abiti mutevoli che fa pipì in una fontana; ma cerca Jaenneke Pis, una ragazzina che fa pipì, accovacciata, e Zinneke Pis, un cane che solleva la gamba all’angolo di una strada. Forse l’ossessione per la pipì di tutti ha qualcosa a che fare con i 180 birrifici situati in Belgio.

Lavare la birra con un fricandel locale (un tipo di salsiccia) e friggere con maionese.

17. Stoccarda (mondo: 27)

 

Stoccarda è relativamente poco conosciuta dai viaggiatori. Ma con un po ‘di fortuna, questo cambierà presto.

La città è piena di spazi verdi e gente simpatica e, come centro di produzione, ha alcune attrazioni stellari. Il Museo Mercedes-Benz offre uno sguardo affascinante sulla storia dell’azienda di auto di lusso e mette in mostra alcuni veicoli davvero abbaglianti.

16. Oslo (mondo: 25)

Oslo è la gemma nascosta di tutte queste città vivibili. Trascurata anche dai visitatori della Norvegia, che respingono la città dichiaratamente costosa per i bellissimi fiordi, Oslo non è solo piena di storia che differisce dal resto d’Europa (pensa ai vichinghi), ma è anche piena di gioia di vivere . In estate è particolarmente divertente, dato che la spettacolare ambientazione lungo il fiordo di Oslo si presenta unica.

I traghetti che salpano sul fiordo e attraversano gli incredibili musei (da non perdere il Museo delle navi vichinghe) passano vicino al favoloso quartiere di Aker Brygge, che pullula di ristoranti e bar, e la cui fine si trasforma in un pontile per il nuoto in estate .

C’è ovviamente “The Scream” (uno nella National Gallery, un altro nel Munch Museum) che offre un’occasione perfetta per i selfie, e lo splendido Vigeland Sculpture Park pieno di sculture di Gustav Vigeland, che non ha rivali da nessuna parte.

15. Stoccolma (mondo: pareggio, 23)

 

Impeccabilmente pulito e incredibilmente sicuro, Stoccolma è un luogo da sogno in cui vivere e visitare.

Non lasciarti sfuggire la scena gastronomica esemplare della città, un mix di piatti tradizionali (polpette, aringhe, involtini alla cannella) e incredibilmente nuovi (l’innovativo ristorante Frantzen ha tre stelle Michelin).

14. Norimberga (mondo, 23)

 

Questa città bavarese è famosa per il suo mercatino di Natale, con giostre in diligenza, prelibatezze di pan di zenzero e, naturalmente, molti regali e decorazioni natalizie da acquistare.

Da segnalare anche The Way of Human Rights, un monumento dedicato alla pace nel mondo che annuisce all’inclusività della città dopo una brutta storia della Seconda Guerra Mondiale.

13. Amburgo (mondo: 19)

Questa città si chiama “Die schönste Stadt der Welt” (la città più bella del mondo). Ed essendo la mia città natale, penso sicuramente che abbiano ragione. Per la sua posizione sul fiume Elba, Amburgo è sempre stata un centro commerciale e un porto.

Ciò ha portato ricchezza, splendidi edifici e una visione cosmopolita. Con più ponti di Amsterdam e Venezia insieme, la città è costellata di due laghi, innumerevoli canali e un vivace porto.

Da visitare sono l’Elbphilharmonie, una meraviglia architettonica e un favoloso locale di musica, il Fischmarkt (dovrete rimanere svegli tutto il sabato sera o alzarvi alle 5 di domenica mattina, ma ne vale la pena!) E il Rathaus piazza, soprattutto a dicembre per il suo mercatino di Natale. Se non riesci a resistere, vai a zonzo lungo la Reeperbahn, il quartiere a luci rosse con i suoi numerosi bar.

12. Lussemburgo (mondo: 18)

Molte persone trovano il Lussemburgo carente nel dipartimento dell’eccitazione, probabilmente a causa della sua primizia e correttezza. La città di Lussemburgo merita ancora una visita, anche se è solo per camminare sulla Wenzel Walk e coprire più di 1.000 anni di storia con tutte le sue sfumature in un’ora a piedi lungo le imponenti mura della città.

La compattezza di questa città multiculturale la rende perfetta per passeggiare e c’è molto da vedere per un posto così piccolo. Non trascurare le casamatte, i tunnel nella roccia su cui si trova la città vecchia, risalente al 1644, tempo dell’occupazione spagnola.

Dopo aver camminato su e giù lungo i bastioni, concediti alcuni dei cibi sostanziosi del Lussemburgo. Il posto migliore per provare ogni sorta è sul mercato di Place Guillaume II, che si tiene ogni mercoledì e sabato.

11. Berna (mondo: 14)

 

La splendida capitale della Svizzera ospita una città vecchia così storica, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Trascorri le tue giornate qui girovagando ed esplorando luoghi affascinanti, da Parliament Square con le sue fontane giocose, alla storica Torre dell’Orologio, fino al fiume Aare cristallino.

10. Berlino (mondo: 13)

La capitale della Germania, una volta divisa, è ora una delle città più alla moda di tutte. I berlinesi stanno abbracciando la vita e vivendola al massimo. Caffè, ristoranti, bar, birrerie all’aperto, locali di musica e arte si trovano dietro ogni angolo, rendendo questo un luogo facile in cui divertirsi.

Un po ‘di cultura dovrebbe far parte di ogni visita, quindi non perderti la Porta di Brandeburgo, il favoloso vecchio / nuovo Reichstag, l’erpicante Memoriale dell’Olocausto e i resti del Muro di Berlino. Per cercare di capire Berlino e, in una certa misura, la Germania, assicurati di esplorare i lati est e ovest e notare le differenze ancora esistenti.

Quindi, torniamo al divertimento. Bevi un “currywurst ” (salsiccia con salsa piccante) in una bancarella della strada e fai un salto in quello che si dice sia il pub più antico di Berlino, Alt-Berlin, per una birra (o due). Quindi fai festa tutta la notte nei quartieri di Mitte e Prenzlauer Park.

9. Amsterdam (mondo: 11)

I punteggi più alti in termini di cultura e ambiente non dovrebbero sorprendere Amsterdam. La città di canali, chiatte, fiori e libertà di pensiero è un favorito perenne quando si tratta di vivere e visitare. Ci sono abbastanza musei, da Anne Frank a Van Gough, dal Rijksmuseum alla casa di Rembrandt, dal Science Center al Museum of Bags and Purses, per non vedere mai la luce del giorno. Ma sarebbe un peccato.

Mescola e goditi una gita sui canali su una barca per il brunch, oppure fai acquisti al mercato Albert Cuyp e al mercato dei fiori.

Meglio ancora, noleggia una bicicletta e fai come la gente del posto: vai ed esplora i parchi e lungo i canali.

8. Basilea (mondo: 10)

 

Basilea è un paese delle meraviglie culturale, che ospita non meno di 40 musei, la più alta concentrazione in Svizzera. Tra i più famosi è il Kunstmuseum Basel Museo delle Belle Arti, che ospita una delle più grandi e antiche collezioni d’Europa. Praticamente tutti i nomi più importanti possono essere trovati qui, tra cui Picasso, Van Gogh e Warhol.

Non andartene senza provare la torta al miele, un dolce piatto tradizionale originario dei produttori di pan di zenzero di Basilea nel 14 ° secolo.

7. Ginevra (mondo: 9)

Ginevra è una gemma svizzera regolarmente trascurata; situato sul Lago Lemano (noto anche come Lago Lemano) e circondato dalle Alpi, è spesso solo una tappa per gli sciatori che si dirigono più in alto.

Ma è pulito, sicuro, ricco e culturale, tutti i bonus quando si tratta non solo di vivibilità, ma di ospitare visitatori.

Il lago è uno dei più grandi d’Europa ed è perfetto per passeggiate, escursioni e sport acquatici. La sua bellezza ha ispirato molti poeti e autori, da Byron a Shelley, da Doyle a Twain.

Il centro storico, con la sua cattedrale risalente al 1200, è un labirinto di vicoli acciottolati e la varietà di caffè, negozi e ristoranti riflette la comunità cosmopolita che lavora presso le numerose istituzioni internazionali. Ogni mercoledì e sabato, la piazza Plainpalais è rilevata da un mercato, tra cui un mercatino delle pulci, dove si possono trovare buoni affari.

6. Copenhagen (mondo: 8)

La felice popolazione danese negli ultimi anni è diventata nota sulla stampa mondiale grazie al suo approccio “hygge ” alla vita. Comprendendo la creazione di un’atmosfera confortevole a casa e godendo le cose belle della vita, ” hygge ” probabilmente ha aiutato Copenaghen ad essere in cima alla lista.

È anche una delle città più capaci di Instagram con la sua scultura della Sirenetta, che celebra l’autore locale Hans Christian Andersen, i suoi giardini di Tivoli dall’aspetto orientale, il parco a tema più antico del mondo e le facciate colorate lungo Nyhavn.

Per i buongustai, il mercato di Torvehallerne è un must, così come una serata fuori a Kødbyen, l’ex distretto del confezionamento di carne che ha ricevuto un nuovo contratto di locazione come quartiere di ristoranti e night club.

5. Francoforte (mondo: 7)

Vivere nel centro bancario tedesco sul fiume Meno con i grattacieli che gli hanno dato i moniker Mainhattan e Bankfurt; una fiera del libro annuale e uno degli aeroporti più trafficati d’Europa, i Frankfurter giocano duramente mentre lavorano.

Pesantemente bombardato durante la guerra, il centro storico è stato ora ricostruito fedelmente e offre una grande atmosfera con le sue strade acciottolate pedonali, negozi e bistrot, e le piazze coperte da sedie e ombrelloni, invitando le persone a fermarsi per mangiare e bere qualcosa.

Una passeggiata lungo il fiume Meno è d’obbligo. Fermati nei caffè, in estate alloggia sulle spiagge artificiali e entra in uno o più dei nove musei che fiancheggiano la banchina. Ogni sabato un mercatino delle pulci prende il controllo del lungomare Schaumainkai e dell’area intorno alle banchine di Osthafen.

4. Düsseldorf (mondo: 6)

Düsseldorf è una città molto vivibile; Ho vissuto lì, ma non è sul radar turistico globale. Ed è il migliore per questo. La capitale della contea industriale della Renania settentrionale-Vestfalia è una città ricca e chic, nonostante il dorf (villaggio) nel nome.

Per gli appassionati di architettura, il Rheinhafen, il moderno centro multimediale lungo il Reno, è un must. Alcuni dei migliori architetti del mondo hanno costruito qui e Frank Gehry da solo ha tre complessi di edifici uno accanto all’altro, creando uno skyline drammatico. E parlando del Reno, lungo il fiume si trova l’Altstadt, la Città Vecchia. Questo è, nella lingua locale, ” die längste Theke der Welt”, il bar più lungo del mondo, con un bar al confine con il successivo. Concediti Altbier locale, una birra scura, qui.

Düsseldorf ospita anche la terza più grande comunità giapponese di giapponesi, quindi saltate su Schadowstrasse per un ottimo cibo giapponese.

3. Monaco (mondo: 3)

Dopo Berlino, Monaco è la città più visitata della Germania. Il solo Octoberfest annuale attira circa 7 milioni di visitatori nelle sue tende da birra. Ma Monaco non riguarda solo birra e pretzel, anche se puoi vedere come quelli già migliorano la vivibilità.

La qualità dei musei è eccezionale; proprio come ad Amsterdam, potrebbero tenerti occupato per sempre, ma forse scegliere la Neue Pinakothek e il Deutsches Museum e, se sei un appassionato di auto, aggiungere il museo BMW per varietà.

Non perderti l’architettura della Marienplatz, la Hofbräuhaus per una birra e l’Englischer Garten per una passeggiata, prendere il sole o fare un picnic. E poi c’è anche il surf. Sì, nonostante sia vicino alle Alpi piuttosto che al mare, l’Eisbach di Monaco ha un posto perfetto per il surf. Quindi, porta la tua tavola.

2. Zurigo (mondo: 2)

Zurigo ha così tanto da fare che purtroppo solo il costo della vita e quindi il budget piuttosto consistente di cui avrai bisogno te lo toglie. Una città multiculturale con un centro medievale, circondata da montagne, con un fiume e un lago la cui acqua è limpida e una favolosa cultura del mangiare e del bere, rende ugualmente piacevoli le visite in inverno e in estate.

Fai shopping in vetrina lungo l’esclusiva Bahnhofstrasse, goditi una panoramica dei dintorni con una breve andata e ritorno sul Lago di Zurigo e sali su Uetliberg per ammirare viste spettacolari. Dopo, goditi alcune salsicce nella birreria all’aperto Bauschänzli vicino al fiume e serpeggia nelle vecchie stradine acciottolate nella Città Vecchia al largo della Münstergasse con molti piccoli bar e caffetterie.

Per chi desidera qualcosa di diverso, c’è il Museo del calcio FIFA; un museo zoologico con una versione imbottita di tutte le specie svizzere presenti e un museo del denaro

1. Vienna (mondo: 1)

Vienna, capitale dell’Austria, non è solo la città più vivibile d’Europa, ma il mondo. Ha ottenuto valutazioni in sterline in misure quali stabilità, infrastrutture, istruzione e assistenza sanitaria.

Trovando le sue origini come campo di guerra romano, in seguito fu la capitale del sostanziale e molto ricco impero austriaco. Ciò ha comportato alcuni magnifici palazzi ed edifici associati alla famiglia imperiale. Edifici barocchi e caffè famosi per le loro prelibatezze, come Sachertorte e Kaiserschmarrn, attirano l’attenzione dei visitatori. Così come i prati del Danubio, in estate animata da festival e concerti.

Quando sei saturo di palazzi e torte, visita il Prater con le sue favolose viste dalla ruota panoramica e ammira la risposta di Vienna a Gaudi: le case colorate e l’arte di Friedrich Stowasser, meglio conosciuta come Hundertwasser.

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *