Licenziamento anche per statali con il Job Act?

Ora arriverà il licenziamento anche per statali? Con il Job Act arrivano nuove possibilità per i datori di lavoro di licenziare, ma licenziare tutti i lavoratori?
Se c’é una cosa inamovibile in Italia, quella sono i lavoratori del pubblico impiego.
Sembra che i diritti ce li abbiano solo loro. Se lavori in una ditta privata e ti comporti male, vieni licenziato, ma se lo stesso comportamento lo tieni nel pubblico impiego è impossibile che tu venga licenziato.
Con queste nuove norme sul lavoro del Job Act però le cose stanno cambiando anche sul piano licenziamenti per statali.
Ma sono norme piuttosto interpretabili, infatti gli stessi politici che fanno parte del Governo Renzi hanno interpretazioni molto discordanti su quello che significa poter licenziare un dipendente:

Job Act: licenziamento anche per statali?

Licenziamento anche per statali con il Job Act?

 

  • No, per il momento con il Job Act le aziende che potranno licenziare per giusta causa, sono solo quelle private.

Job Act, cosa dice il Senatore Ichino:

  • «I licenziamenti? Le nuove regole valide anche per gli statali» «Madia? Qualche volta anche i ministri sbagliano, concorso non significa inamovibilità».

Job Act Cesare Damiano (PD) Presidente Commissione Lavoro della Camera:

  • Le regole del Jobs act «non valgono per i lavoratori statali. Questo è stato chiaro fin dall’inizio, questi lavoratori sono con altre regole rispetto all’impiego privato»

Job Act, cosa dice il senatore Sacconi (Area Popolare):

  • Applicare la riforma del lavoro anche al pubblico impiego…..rimangono irrisolti i nodi del licenziamento per scarso rendimento e quello della troppo ampia discrezionalità del magistrato con riferimento alla reintegrazione nel caso di licenziamento disciplinare»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *