Reddito di inclusione: requisiti, come ottenerlo, domanda. Guida completa

Il reddito di inclusione, è passato anche al Cdm, ora quasi 2 milioni di italiani avranno diritto a questa forma di reddito per combattere la povertà, una specie di vecchia social card che stavolta riguarda 660 mila famiglie italiane di cui 560 mila con minori o disabili a carico, il Governo dovrà garantire almeno 485 euro al mese (contando anche altri eventuali tipi di sostegno al reddito). Un grande sforzo dello Stato italiano per garantire un reddito a chi ha un ISEE particolarmente basso, ma vediamo insieme chi ne ha diritto e quando si potranno prendere questi soldi.
Il Ddl era  stato approvato dalla Camera già l’anno scorso, e il Governo Gentiloni continua ad andare avanti con il reddito di inclusione, nonostante il M5S punti invece sul reddito di cittadinanza.

 

Per anni il M5S ha lottato per il reddito di cittadinanza, ora il Governo Renzi lo ha fatto suo chiamandolo reddito di inclusione, ma la sostanza è la stessa, si tratta di soldi che andranno alle persone più povere. Si tratta di un disegno di legge delega sulla povertà, incluso nella legge di stabilità 2016, il reddito di inclusione sociale sarà un sostegno al reddito per persone che versano in situazioni economiche particolari.

Reddito di inclusione sociale: a chi spetta e di quanto sarà

Ci saranno dei criteri di priorità per assegnare il reddito di inclusione sociale o Rei, quindi non basterà avere un reddito ISEE molto basso o pari a zero, bisognerà:

  • Avere un figlio minorenne
  • Avere un figlio con disabilità
  • Avere più figli minorenni
  • Famiglia con una donna incinta
  • Famiglia con un disoccupato over 50
  • Avere un ISEE familiare inferiore a 6.000 euro all’anno
  • Da 190 a 485 euro al mese a famiglia.
In pratica, una famiglia che è sotto a questo reddito ISEE avrà diritto alla parte mancante o a tutte le 485 euro, nel caso in cui il reddito Isee risultasse pari a zero, ovviamente in caso in cui in famiglia ci sia qualcuno che prenda qualche altro tipo di sostegno al reddito (come il SIA),  il Rei fino alla cifra massima di 485 euro sarà complementare.

 

Quanti soldi disponibili per il reddito di inclusione:

Saranno 1,2 miliardi di euro i soldi che si potranno elargire per il reddito di inclusione, ben pochi a dirla tutta; il M5S aveva previsto che ci sarebbero voluti almeno 17 miliardi di euro per poter dare un reddito di sostegno che fosse arrivato a 720 euro.

Reddito Inclusione 2017: requisiti, come ottenerlo, domanda. Guida completa

 

Reddito di inclusione sociale o reddito di cittadinanza?

Intanto è già iniziata la polemica tra i 5S ed il Governo su questo provvedimento per la povertà. Le accuse del M5S al Governo è che 1,2 miliardi di euro non sono assolutamente sufficienti per dare un reddito minimo a chi ne ha bisogno.
In effetti questo sembra molto un metodo tampone, come voleva essere il reddito minimo garantito di 320 euro che fu proposto solo pochi mesi fa sempre da membri dell’attuale Governo.
Certo, meglio poco che niente, ma qui siamo alle briciole.

A chi spetta il reddito di inclusione sociale?

Ovviamente saranno i parametri ISEE a fare una sorta di classifica, a stabilire chi ne ha diritto e chi no.
Le famiglie con un ISEE inferiore ai 12.000 euro annui, avranno diritto a questo reddito di inclusione sociale.
Tutti questi calcoli però sono stati fatti dai sindacati italiani, su un budget che doveva essere di 7 miliardi di euro, si consideri che i miliardi a disposizione invece sono appena 1,2.

Di quale importo è il reddito di inclusione sociale:

Il reddito di inclusione sociale scatterà nel momento in cui il soggetto avrà un reddito inferiore.
Ad esempio: un single se avrà un ISEE inferiore a 400 euro, avrà diritto al reddito di inclusione per un importo che gli consentirà di arrivare alle 400 euro. Nel momento in cui avrà un reddito di sole 300 euro al mese quindi, il reddito di inclusione sarà di 100 euro, oppure se avrà un reddito di 150 euro al mese, il reddito di inclusione sarà di 250 euro al mese.
Stessa cosa dicasi per le famiglie; una famiglia con 5 componenti avrà diritto al reddito di inclusione nel caso in cui il suo reddito fosse inferiore a 1.280 euro al mese, cioè meno di 15.360 euro in 1 anno di ISEE.

Da quando inizieranno a pagare il reddito di inclusione sociale?

La legge è passata appena ieri, quindi si dovrà attendere almeno questo autunno 2016 per poter pensare di prendere qualcosa di questo ‘reddito’.

 Reddito Minimo della Regione Puglia  Reddito sociale nel Mondo  SIA per terremotati
 Assegno Sociale
Reddito di cittadinanza?

Per sapere altre novità sul Reddito Sociale , seguici su FB.

9 commenti

  1. Ma Renzi ma chi crede di prendere per il c@lo? 1.2 miliardi di euro spalmati in 2 anni per il reddito di inclusione? 80 euro per componente nucleo famigliare? Vale a dire crede che Lei una famiglia di 4 persone secondo lei campa con 320 euro al mese? Ma dove vive Lei?

  2. come al solito chi ha perso il lavoro,disabile,e vive solo perché con la perdita del lavoro e giunto a separazione dalla coniuge.. NON A DIRITTO A NULLA ,MI CHIEDO : I SINGLE NON HANNO STESSI DIRITTI OLTRE CHE DOVERI?LA POVERTA' SBAGLIO COLPISCE ANCHE LORO? ALLORA A CHE SERVE QUESTO REDDITO DI INCLUSIONE SE NON VIENE ESTESO REALMENTE A TUTTI I CITTADINI BISIGNOSI?

    1. Salve, io ho una dichiarazione isee(2016) di 4200 euro, lavora solo mia moglie e abbiamo un minore. Rientriamo nel reddito d inclusione??

  3. sono disoccupato da 5 anni vivo da solo, vado a mangiare in mensa dei poveri ho un isee a zero i miei fratelli che vivono fuori mi pagano le bollette, e ogni tanto mi comperano qualcosa da mangiare ho diritto all'inclusione sociale

  4. La mia situazione: 1000 euro al mese, tra affitto e condominio 600, utenze circa 100 mensili, tasse annue da pagare circa 1500 pari a 125 euro al mese, senza imprevisti mi restano poco meno di 200 euro. Non possiedo nulla se non questo assegno di mantenimento e al mio ex marito lo stato restituisce il 38 % di 12.000 . E’ con lo stato che ce l’ho non con lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *