01 giu 2016

Filled Under: , ,

RITA Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata: cos'è, come funziona

Arrivano le novità pensioni Giugno 2016 e si inizia con RITA, la Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata, vediamo come funziona e di cosa si tratta esattamente.

RITA è la soluzione per i lavoratori che vogliono andare in pensione anticipata grazie all'APE (Anticipo PEnsionistico) e che hanno maturato, oltre i normali contributi anche una pensione integrativa.

Cos'é RITA, Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata:


Questo è un sistema che sarà in vigore dopo la legge di stabilità 2017 e che è stato studiato per poter aiutare quelle persone che vogliono sfruttare l'APE, cioé l'Anticipo PEnsionistico, senza dover subire troppe penalizzazioni previste, lavoratori che hanno versato per anni oltre ai normali contributi anche una pensione integrativa, ma cerchiamo di capire meglio:

RITA Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata: cos'è, come funziona

Chi potrà usufruire di RITA, Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata:

  1. Per il momento, si parla solo ed esclusivamente di quei lavoratori che hanno raggiunto i 63 anni di età e gli esodati che sono nati tra il 1951 ed il 1953,
  2. Che abbiano fatto domanda per l'APE e che siano rientrati in questa possibilità di pensione anticipata.
  3. Che inoltre abbiamo una pensione integrativa privata.

Come funziona RITA, la Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata:

APE è un vero e proprio prestito sulla pensione che elargiscono banche o assicurazioni; nel momento in cui il lavoratore ha versato già una pensione integrativa, questa potrà essere trasferita nel fondo pensione integrativo da dove si richiede il prestito APE, in modo da non gravare su terzi che prestano soldi, quindi di non avere troppe penalizzazioni anche in fatto di interessi passivi.
I soldi della pensione privata che si sarebbero dovuti iniziare a prendere DOPO i 67 anni e DOPO essere andati normalmente in pensione, si inizieranno a prendere una volta che si ha accesso all'APE e si sarà andati in pensione anticipata.
Come abbiamo detto più volte, nel momento in cui si prenderà la APE, l'assegno pensionistico sarà inferiore a quello normale, in quanto ci saranno delle penalizzazioni.
Questa differenza di trattamento, sarà alleviata da RITA, che servirà proprio a colmare questo gap di soldi tra pensione reale e pensione che si sarebbe dovuta prendere piena a 67 anni.

Conclusioni: con APE e RITA - Prestito Pensionistico e Rendita Integrativa per la Pensione Anticipata, il Governo non regala niente a nessuno:

Attenzione: tutta questa operazione di riforma pensioni che sta facendo il Governo, non implica una spesa da parte del Governo; andando in pensione a 63 anni si prenderanno soldi non dall'INPS ma da enti che li prestano, quindi fino a 67 anni, comunque i costi non graveranno nelle casse del Governo.
A livello politico quindi, stiamo ancora molto sul piano 'propaganda', come si usa di solito quando si tratta di parlare di pensioni.
Non bisogna dimenticare che tutte questa importanti novità sulle pensioni, saranno valide solo DOPO l'approvazione in sede di bilancio della legge di Stabilità, quindi dovranno passare più di un esame, esame che sicuramente avrà esito positivo, proprio perchè tutta questa operazione - lasciatecela chiamare così - "APE RITA" ( che sembra più che altro una presa in giro) non ha costi sulle casse dello Stato.
 Perché i pensionati italiani vanno a vivere all'estero  Aumento Pensioni 2016  Data riscossione pensioni
 Novità Pensione Anticipata  Riforma Pensioni entro il 2018  Calcolo pensione anticipata
 Pensione anticipata Part Time  Pensione anticipata con prestiti garantiti  Pensione anticipata con il prestito pensionistico
 Requisiti Pensione Anticipata  Proposte pensione anticipata  Requisiti per andare in pensione nel 2016

2 commenti:

  1. Penso che questa sia l'ennesima presa in giro da parte di questo governo cialtrone e sostenuto da cialtroni a guida Renzi.

    Se Renzi crede che questa sia la strada giusta stia sereno: ho sempre votato a sinistra ma da quando c'è lui ho smesso (già dalle europee quando ancora molti Italiani si illudevano che questo fenomeno avrebbe riportato un po' di giustizia sociale in Italia).

    Da allora la mia strategia politica è continuerà ad essere quella di fare il maggior danno al PD: dalle amministrative al referendum costituzionale fino alle politiche sia con il mio voto sia convincendo tutti coloro che mi chiedono un parere (che sono molti e gli argomenti per convincerli non mancano di certo).

    Voglio proprio vedere Renzi chiedere i voti a sinistra con le belle riforme che ha fatto togliendo l'articolo 18, riformando la Scuola contro gli Insegnanti e inventandondosi un anticipo pensionistico finanziato con i soldi dei lavoratori: ma che statista che sei!

    La tua sola fortuna è quella di trovarti in compagnia di una compagine politica disonesta e cialtrona come te che ti vota sempre la fiducia perchè ha una paura fottuta di andare al voto.

    Stai sereno Renzi che se non cadi prima (Dio volesse) le politiche arriveranno presto...

    E dire che ti permetti pure di confrontarti con la Merkel: se tu riuscissi a fare per l'Italia solo il 10% di quello che fa lei per la Germania saremmo un Paese con una speranza per il futuro.

    RispondiElimina
  2. RITA = RAPINA INTEGRATIVA . Dopo la RAPINA FORNERO/MONTI , la COSCA RENZIANA , non solo NON CANCELLA CON DECRETO URGENTE il furto di Stato , ma addirittura rilancia , ricorre all' USURA di un PRESTITO CAPESTRO SE SI " DESIDERA" LA MERITATA PENSIONE.. ..Mai , nella storia politico-amministrativa di un qualsiasi Paese del cosiddetto mondo civile e non , si è verificata una vergognosa quanto forzata E ILLEGALE, ANTICOSTITUZIONALE, manovra sul diritto alla PENSIONE MATURATA, a meno che ci si voglia riferire alle LEGGI RAZZIALI E ALLA NEFASTA POLITICA CONTRO GLI EBREI, i quali hanno visto anche i loro diritti civili messi al bando e calpestati dal governo fascista di MUSSOLINI . Esattamente la stessa situazione ; se lasciamo correre, se diciamo che forse, ma si , magari , finiamo con approvare , passo dopo passo , altre imposizioni , , altre prevaricazioni senza vedere che servono a garantire e a mascherare la nascente DITTATURA FILO CINESE DI RENZI , e ci troveremo ad avere stipendi - forse - di 600 euro , al pari dei cinesi , a non avere nemmeno i FINTI SINDACATI CHE ABBIAMO OGGI , E MANCO LE PENSIONI .....RIBALTIAMO IL PARLAMENTO , SCARDINIAMO I BANCHI E GLI SCRANNI, AD OGNI SEDUTA, NON PERMETTIAMO DI UCCIDERE IL SISTEMA DEMOCRATICO DEL PAESE , NON FATELI LAVORARE, ma che ci state a fare in PARLAMENTO ,VOI DI M5STELLE ? SE NON SALVATE I CITTADINI VOI , NON LO FARA' NESSUN ALTRO ! FORZA, DIMOSTRATE LA FIDUCIA DI CHI VI VOTA ...

    RispondiElimina

Commenti Offensivi, Spam o Link verso altri siti non verranno pubblicati.