Pensione Anticipata APE, ecco le penalizzazioni del Prestito Pensionistico

Torniamo a parlare di APE l’Anticipo PEnsionistico che dal 2017 sarà disponibile: di quanto saranno le penalizzazioni sulle pensioni se andrò via prima dal lavoro?

Una delle maggiori novità di questo 2017 per le pensioni italiane sembra essere questa piccola riforma pensioni che riguarda un aspetto della pensione anticipata.

Le proposte di Renzi sulla Pensione Anticipata:

Renzi si è detto disponibile ad incontrare i sindacati dei pensionati anche domattina, per discutere del modo con cui mandare in pensione anticipatamente i lavoratori che hanno superato una certa età.
La nuova riforma pensioni, sarà varata insieme alla Legge di Stabilità del 2017, quindi ancora siamo in una fase di discussione delle possibili varianti, ad esempio:

Quanto sarà la penalizzazione della pensione anticipata?

Renzi parla di una penalizzazione che ha una forchetta che va dall’ 1% al massimo del 4% sulla sua pensione reale calcolata sul sistema contributivo, ma cerchiamo di capire meglio come funzionerà questo sistema per andare in pensione prima.

Pensioni Novità Oggi 13 Maggio Penalizzazioni Pensione Anticipata: ecco quanto

Pensioni Novità Oggi 13 14 Maggio: Penalizzazioni Pensione Anticipata, ecco quanto:

Come dicevamo prima, la nuova formula chiamato APE , cioè Prestito PEnsionistico è ancora in fase di studio da parte degli specialisti dell’INPS e del Governo, quindi non c’è niente di definitivo, se non – appunto – la promessa del capo dell’esecutivo di mandare in goal questo obiettivo insieme alla legge di Stabilità del 2017.
Sicuramente un atto dovuto, che Noi di Pensioni Economia Italia stiamo spingendo praticamente da sempre, visto che abbiamo aperto ben dopo la legge Fornero del 2011, legge che si doveva fare – come dice Renzi – perchè per anni abbiamo mandato in pensione persone con 15 – 20 anni di contributi versati e quindi la coperta era diventata troppo corta per tutti.

A chi é rivolta la Pensione Anticipata:

  • Ora si pensa ad una minipensione per i lavoratori over 55 che non hanno più un lavoro e che sono ancora molto distanti dall’età pensionabile.
  • Si pensa all’APE per i lavoratori over 63 a cui mancano ancora 3 anni per andare in pensione.
  • Infine questo meccanismo, pensa a quei lavoratori che sono stati tagliati fuori dalla Riforma Fornero, che solo per qualche mese di differenza anagrafica devono lavorare fino a 3 anni in più rispetto ai loro colleghi.

La brutta sorpresa della Busta Arancione per i lavoratori italiani

Un brutto risveglio per i lavoratori dopo che gli è arrivata o gli arriverà la busta arancione dell’INPS, da cui potranno accedere al calcolo dell’età pensionabile, lavoratori che magari non hanno mai pensato a fare una pensione integrativa, perchè speravano in un futuro migliore e che ora vedono gli anni indispensabili per avere una semplice pensione di vecchiaia allungarsi sempre di più: 67, 69, 75 anni nel 2050.
Niente da fare, sarebbe bastato seguire le notizie economiche, le vicende dell’INPS, come il costo delle pensioni in Italia, che si sarebbero resi conto che ormai non c’era più coperta da tirare.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *