Reddito minimo garantito 2016 requisiti, chi ha diritto a 320 euro al mese

Una novità pensioni per questo 2° febbraio 2016; il Ministro Poletti lancia il reddito minimo garantito a 320 euro al mese per le persone povere con a carico un minore, una nuova proposta pensioni per chi non ha un lavoro e si trova in difficoltà finanziaria.

Il Ministro del lavoro Poletti, altro non fa che ripercorrere una proposta analoga del Presidente dell’INPS Boeri, che avevamo visto già tempo fa e che voleva un reddito garantito per lavoratori disoccupati over 55, nonchè la proposta di reddito di cittadinanza marcata Movimento 5 Stelle.

Il Ministro Poletti ha ricordato che in Europa quasi tutti i 27 paesi hanno un reddito minimo garantito, che prende via via vari nomi ed emesso sotto varie forme, ma che ha la sostanza di dare una mano a chi ne ha bisogno.

Pensioni novità  Febbraio 2016: chi ha diritto al reddito minimo garantito di 320 euro al mese

Requisiti per reddito minimo garantito di 320 euro al mese:

  • Per il Ministro Poletti , le persone con minori a carico che non hanno reddito, potranno avere 320 euro a testa, un reddito minimo garantito, appunto.

Ci sono i soldi per istituire un reddito minimo garantito?

  • Secondo il Ministro Poletti, ci sarebbero 600 milioni di euro da stanziare per questo progetto; se è vero che la UE ci ha più volte detto che non bisogna dare ulteriori fondi all’INPS rispetto quelli che gli vengono destinati dal gettito dei contributi dei lavoratori, bisogna ricordare che il Quantitative Easing, cioè l’immissione di denaro fresco dalla BCE sta continuando e , come ha anche detto Draghi non finirà questa primavera, ma sarà prolungato fino a tutto il 2016.

Come stabilire chi ha diritto o meno al reddito minimo garantito:

  • Sarà anche stavolta tramite il modello Isee , si riuscirà a stabilire chi avrà diritto alle 320 euro al mese di questa vera e propria pensione per i più poveri.

Il Ministro Poletti sulle novità pensioni per il 2016:

  • Il Ministro Poletti ha poi aggiunto che nel 2016, il Governo si è impegnato a discutere sulla possibile flessibilità in uscita dal lavoro.

3 commenti

  1. O qualche anno in più di Poletti, e so per certo che in questo paese regna la disuguaglianza più assoluta.
    Il ladricinio giornaliero sono a ne sosta ne confini, in genere si preferisce cacciare i pesciolini sprovveduti , mente il grosso evasore a sempre la forza di trovare scappatoie, questo succede solo ai pochi individuati.
    Posso dire con cognizione di certezza vissuta, che la questione disuguaglianza avrà vita difficile anche se credo che se fosse mai messa a regime porterebbe prosperità per molti.
    Purtroppo nessuno è disposto cedere nulla. Questo è il vero dramma. Nessuno è in grado di imporre equità.

  2. Vorrei chiedere a sto' coglione di Poletti, le famiglie che non hanno figli minori e hanno un nucleo familiare composto da due, tre o quattro presone tutte disoccupate cosa cazzo mangiano, come devono vivere ?
    POLETTI SEI NA MERDA COME IL TUO GOVERNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *