Riforma Pensioni: adeguamento degli enti locali con quelle statali

Il Governo stavolta fa sul serio, é in fase di studio un adeguamento delle pensioni d’oro degli enti locali con quelle statali.

Un ex-dirigente pensionato della Regione Sicilia, oggi prende fino a 14 mila euro in più, di un suo pari che ha lavorato per lo Stato.

La Regione Sicilia è solo la punta di un iceberg, che se guardato bene ha una enorme parte sottostante fatta di innumerevoli sprechi, favoritismi, agevolazioni per impiegati degli enti locali, che ormai non sono più sostenibili, né dagli enti locali stessi, nè tanto meno dallo Stato italiano.

Dove poter vivere in pensione

Ma vediamo quello che sta succedendo in Sicilia, la regione dei gattopardi, non poteva fare che una rivoluzione gattopardesca delle pensioni: Cambiare tutto affinchè nulla cambi, ecco che si appresta a fare un cambiamento delle pensioni e degli stipendi ” a modo suo”, vediamo come:

Riforma Pensioni: adeguamento degli enti locali con quelle statali

Indispensabile una riforma delle pensioni Riforma Pensioni Damiano come funziona
Pensioni d’oro 40 mila euro al mese Pensioni: cos’é il Patto Generazionale
Cose da sapere sulla Pensione Quota 100 Riforma Pensioni
Basta privilegi:i sarà una riforma delle pensioni dei lavoratori della regione Sicilia, lavoratori assunti dopo il 1986,  e il conteggio sarà uniformato a quello degli impiegati statali
E’ stato fatto un dossier sugli impiegati della Regione Sicilia e.. sentite un po’:
Dirigente regionale con 40 anni e 4 mesi di anzianità ha diritto a una pensione di 75.525 euro all’anno Dirigente statale con 40 anni e 4 mesi di anzianità ha diritto a una pensione di 61.107euro all’anno
Funzionario direttivo regionale D6 con 34 anni e 6 mesi di anzianità, che va in quiescenza con una pensione annuale di 36 mila euro Funzionario direttivo statale  D6 con 34 anni e 6 mesi di anzianità, che va in quiescenza con una pensione annuale di 32 mila euro
Funzionario direttivo regione Sicilia, con 38 anni di anzianità riceve una pensione di 42 mila euro Funzionario direttivo statale, con 38 anni di anzianità riceve una pensione di 32 mila euro

Quindi andranno in pensione come gli statali?

Non proprio , perché ci sarà una ‘finestra’ tra il 2016 e il 2020, anni in cui migliaia di dirigenti ed impiegati della regione Sicilia, potranno andare in pensione con i requisiti della pre-Fornero, quindi con tutti i privilegi intatti.mantenendo il calcolo dell’assegno con i vecchi e vantaggiosissimi criteri; è stato comunque messo una diminuzione del 10 per cento, che a conti fatti,  è “meno della metà della decurtazione che questi dipendenti subirebbero con il calcolo statale”.

Insomma: questa legge sembra fatta per non scontentare nessuno: L’elettore sarà contento perchè finalmente, i dirigenti delle tantissime ed inutilissime istituzioni all’interno della Regione Sicilia avranno una pensione uguale ai loro colleghi dello Stato, e nel contempo i vecchi dirigenti potranno andarsene a riposo, sapendo che in vecchiaia avranno pensioni d’oro.
Ovviamente chi ci rimette è sempre comunque lo Stato, cioè 60 milioni di italiani.
Novità pensioni 2015 maggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *